LA NOSTRA MISSION

Restituire al paziente la libertà dal dolore

Il “Riequilibrio Posturale ad Approccio Globale Raggi Method-Pancafit®”, agisce sulle CAUSE che hanno generato il DOLORE, al fine di restituire alle persone le articolazioni più libere, il piacere di muoversi e la voglia di tornare a vivere!!!

Una corretta Postura è garanzia di migliore funzionalità, scomparsa dei dolori, più energia, più voglia di fare e vivere! Nel corso della vita, tutti noi possiamo incappare in disagi, traumi, interventi chirurgici, disbiosi intestinali, overstress lavorativi, conflitti emozionali, etc; ovvero gli inevitabili rischi di chi vive la vita!
Dinnanzi a tutto ciò, la nostra postura funge da “parafulmine”, accusando adattamenti/compensi di ogni tipo.
Nascono così cervicalgie, lombalgie, ipercifosi, iperlordosi, cefalee, blocchi digestivi, discopatie, ernie discali, ernie iatali, piedi piatti/cavi, alluce valgo, squilibri del bacino, etc.

Scopri le terapie offerte da Postural Service
CENTRO DI POSTUROLOGIA “RAGGI METHOD-PANCAFIT®” AL SERVIZIO DELLA TUA SALUTE !

Direttore Sanitario: Dott. Mosca Lorenzo
Ideatore del Metodo e Responsabile tecnico-scientifico : Prof. Daniele Raggi
Responsabile Area Terapie e Formazione Professionale: Dott. Roberto Bono

APPROCCIO TERAPEUTICO

“Raggi Method-Pancafit®” consiste nel “Riequilibrio Posturale ad Approccio Globale”

Attraverso il nostro approccio, indaghiamo per scoprire le vecchie cause del passato (dimenticate dalla persona ma registrate nel corpo) per agire poi sulle aree responsabili dei problemi e dei dolori di oggi…

Possiamo dunque agire nel presente per cambiare il futuro attraverso una attenta osservazione clinica-posturologica, approfonditi test posturali statici e dinamici; uso di scoliosometro, podoscopio, pedana stabilometrica e baropodometrica.

Questa metodica contempla l’utilizzo dell’attrezzo posturale Pancafit (primo attrezzo al mondo, ideato dal Prof. D. Raggi, dispositivo medico), su cui si possono attuare le “Posture Decompensate”.

Tali posture, associate al trattamento e sblocco del diaframma, hanno il compito di fare emergere le tensioni legate a vecchi traumi fisici o emotivi che risultano di fatto ancora attivi, intrappolati all’interno delle catene neuro-mio-fasciali; si restituisce così libertà dalle tensioni, dalle rigidità e dai dolori.

Il nostro approccio terapeutico

Attraverso il nostro approccio, indaghiamo per scoprire le vecchie cause del passato (dimenticate dalla persona ma registrate nel corpo) per agire poi sulle aree responsabili dei problemi e dei dolori di oggi…

Approfondisci

I nostri professionisti posturologi

Tutti i nostri terapisti (diplomati, laureati ed altamente specializzati in posturologia), collaborano direttamente con il Prof. Raggi
e sono anche i docenti della “Scuola di Formazione Professionale Raggi Method”

Perché scegliere Raggi Method® con Pancafit®?

Il “Riequilibrio Posturale ad Approccio Globale Raggi Method-Pancafit®”, agisce sulle CAUSE che hanno generato il DOLORE, al fine di restituire alle persone le articolazioni più libere, il piacere di muoversi e la voglia di tornare a vivere!!!

Approfondisci
RAGGI METHOD CON PANCAFIT

Perché scegliere il nostro metodo?

    • Perché è un approccio che in primis ricerca le cause; non tratta e/o nasconde il dolore…
    • Perché si può trattare il paziente anche in fase acuta; anzi, il dolore è, e deve essere una guida…
    • Perché il dolore è la manifestazione ultima di uno squilibrio posturale; è utile per informare che “qualcosa non va”…
    • Perché tiene conto di moltissimi aspetti (analisi del tipo di respirazione, della funzione visiva, della funzione dell’ATM e problematiche cervicali; tiene conto dei segni della pelle, dell’odore dell’alito, della relazione tra problematiche viscerali e lombalgie, etc.)…
    • Perché utilizza una particolare analisi della Postura che coinvolge le catene mio-fasciali…
    • Perché si avvale di numerosi test posturali statici e dinamici…
    • Perché questo metodo è uno fra i più funzionali e di maggior successo terapeutico…
    • Perché è un approccio dinamico e globale…

“La nostra Postura è l’espressione della nostra storia”

Quali patologie trattiamo?

PATOLOGIE DI CARATTERE MUSCOLO-FASCIALE ED OSTEO-ARTICOLARE, TRATTABILI CON RAGGI METHOD®

  • Cervicalgie
  • Cervicobrachialgie
  • Periartriti scapolo-omerali
  • Epicondiliti
  • Epitrocleiti
  • Tunnel carpale,
  • Rizoartrosi
  • Lombalgie
  • Artrosi all’anca
  • Discopatie
  • Protrusioni
  • Ernie discali
  • Dorsalgie
  • Ipercifosi
  • Iperlordosi
  • Scoliosi
  • Emicranie
  • Vertigini/capogiri
  • Acufeni
  • Disturbi all’Articolazione Temporo-mandibolare
  • Disfunzioni linguali/deglutitorie
  • Coxalgie
  • Artrosi alle ginocchia
  • Ginocchio varo/valgo
  • Artrosi alla colonna
  • Cefalee
  • Capsuliti
  • Tendiniti
  • Borsiti
  • Lombosciatalgie
  • Piede piatto/cavo
  • Alluce valgo
  • Dolori muscolo-articolari in genere e molte altre problematiche legate alle alterazioni posturali
Rieducazione posturale ad approccio globale in caso di dolori articolari

Rieducazione posturale ad approccio globale in caso di dolori articolari

Approfondisci
Rieducazione post-traumatica

Rieducazione post-traumatica

Approfondisci
Rieducazione funzionale

Rieducazione funzionale

Approfondisci
Rieducazione respiratoria

Rieducazione respiratoria

Approfondisci
Rieducazione posturo-funzionale della lingua

Rieducazione posturo-funzionale della lingua

Approfondisci
Rieducazione temporo-mandibolare

Rieducazione temporo-mandibolare

Approfondisci
Rieducazione posturale ad approccio globale in caso di dolori articolari

Rieducazione posturale ad approccio globale in caso di dolori articolari

Approfondisci
Rieducazione post-traumatica

Rieducazione post-traumatica

Approfondisci
Rieducazione funzionale

Rieducazione funzionale

Approfondisci
Rieducazione respiratoria

Rieducazione respiratoria

Approfondisci
Rieducazione posturo-funzionale della lingua

Rieducazione posturo-funzionale della lingua

Approfondisci
Rieducazione temporo-mandibolare

Rieducazione temporo-mandibolare

Approfondisci

Rieducazione posturale ad approccio globale in caso di dolori articolari

Trattasi dell’approccio posturale più frequente e classico perché si indirizza a tutte le forme di dolore muscolo-articolare.

Ogni dolore e/o problematica presente nasconde importanti “indizi” che il paziente può avere dimenticato, rimosso.

Per indagare e ricercare tali “indizi posturali” responsabili, ci avvaliamo di diversi strumenti:

  • Esclusiva raccolta dati, condotta con estrema attenzione dal terapista, osservando e ascoltando il paziente a 360° (modo in cui sta seduto, respira, parla, si atteggia, tono e volume della voce, movimenti automatici del corpo, etc…), sapendo che il paziente dimentica, ma il corpo ricorda molto bene…
  • Approfondita analisi posturale statica e dinamica e relativi test, alla ricerca di ogni segnale (modo di stare in piedi, di respirare, di utilizzare gli occhi, di deglutire, di aprire e chiudere la bocca, osservazione delle pieghe cutanee del collo per in relazione alle vertebre cervicali, della schiena, le aderenze delle cicatrici, la forma e la temperatura dell’addome, la disposizione delle dita dei piedi e relazione con il suolo, etc.), che possa portare il terapista verso la scoperta delle cause.
  • Applicazione delle Posture Decompensate specifiche per il problema del paziente per “interrogare” le catene miofasciali, per far emergere tensioni legate agli “elementi perturbatori” ancora attivi, nascosti e intrappolati all’interno delle catene per restituire libertà dalle tensioni, dalle rigidità e dai dolori.

Rieducazione funzionale di gesti o movimenti che sono stati perduti a causa di blocchi articolari, gessi o immobilizzazioni, artrosi o post intervento chirurgico. La tecnica prevede modalità terapeutiche il cui scopo è quello di far recuperare al corpo i corretti schemi motori, liberi dal dolore .

Torna in alto

Rieducazione post-traumatica

Ogni trauma comporta irrigidimenti e perdite di elasticità che interessano, non solo la zona del trauma stesso, ma ogni altra zona coinvolta anche se indirettamente.

Il nostro Metodo, al fine di ottenere una corretta ed efficace rieducazione post-traumatica, sfrutta l’indiscussa efficacia delle posture decompensate al fine di evitare fenomeni migratori delle tensioni (compensi) e quindi futuri dolori in altre aree più o meno vicine.

Ci avvaliamo di numerose e particolari posture, esercizi attivi e passivi, strategie atti al recupero del fisiologico movimento articolare, coinvolgendo le catene neuro-mio-fasciali e dunque l’intera Postura; ciò permette anche nei casi in cui non può essere trattata direttamente l’area lesa od operata, di agire comunque in modo indiretto attraverso le catene muscolari.

Si ottiene così un ottimo e rapido recupero in termini di dolore, mobilità, scioltezza con tempi notevolmente ridotti.

Torna in alto

Rieducazione funzionale

Questo tipo di terapia ha lo scopo di rieducare le funzioni motorie che sono state perdute nel tempo a causa del persistere di una grave patologia, di un intervento chirurgico, di una gessatura, di una immobilità o rigidità dovuta a dolori o artrosi.

Devono quindi essere migliorati-eliminati prima i deficit motori che limitano ogni forma di movimento e di percezione.

Si agisce attraverso una prima valutazione funzionale dell’apparato muscolo scheletrico individuando il quadro clinico ed il disturbo registrato e spiegato dal paziente.

La rieducazione funzionale della Postura passa attraverso il riequilibrio delle tensioni delle catene neuro-muscolari e fasciali e la rieducazione propriocettiva per il recupero dello schema corporeo, così da permettere il migliore recupero e il mantenimento nel tempo di gesti motori adeguati e fluidi.

Anche in questo tipo di rieducazione, ogni azione terapeutica è sempre svolta considerando i concetti del Metodo che utilizziamo:

  • rigorosa osservazione a 360° di ogni segnale che il paziente e il corpo comunicano
  • rigorosa applicazione delle Posture Decompensate nel rispetto della Globalità affinché il trattamento della zona coinvolta dal trauma “trasferisca” tensioni in altre zone.
  • costante coinvolgimento della respirazione diaframmatica propria del Raggi Method ®

Una volta recuperati gli schemi motori il paziente sarà in grado di affrontare carichi di lavoro maggiori potendo così gradualmente riprendere le normali attività quotidiane.

Torna in alto

Rieducazione respiratoria

Si tratta di un programma multidisciplinare per i pazienti che presentano difficoltà e disfunzioni respiratorie.

Multidisciplinare perché molto spesso, nell’immaginario comune, la rieducazione respiratoria viene associata al solo interessamento dell’apparato respiratorio (inteso come distretto polmonare e muscolare ad esso collegato); si tratta invece di un vero e proprio percorso terapeutico integrato nel concetto fondamentale del nostro Metodo: la ricerca e trattamento della causa.

Il Diaframma infatti, può essere vittima di tensioni emotive, overstress,  traumi cervicali (il nervo frenico che innerva il Diaframma ha origine dal tratto cervicale), di problematiche deglutitorie (il Diaframma fa parte della catena glosso-podalica), di problematiche viscerali (visceri tesi, contratti, infiammati, disturbati, hanno il potere di disturbare la fisiologica funzione respiratoria), di problematiche legate alle curve della colonna vertebrale, di forme del torace aberrate, etc.

Una volta divenuto teso, rigido, retratto al punto da modificare la sua fisiologica posizione, la sua forma e dunque la sua funzione, diviene poi “carnefice”: ad ogni atto respiratorio, fonte di disagio per se stesso e per tutte le strutture a lui connesse può causare difficoltà digestive (peso allo stomaco), reflusso gastro-esofageo, ernia iatale, disturbi cardiaci, sensazioni di pesantezza al torace, iperpressioni endo-addominali fino ad arrivare a disturbare l’area genito-urinaria (incontinenza).

Un Diaframma disfunzionale può inoltre generare difficoltà circolatorie, linfatiche e venose, insufficienza venosa in area cerebrale data da tensioni dei muscoli respiratori accessori del collo; può generare aritmie, enfisema, insufficienza respiratoria, ecc.

Data l’importanza del Diaframma (luogo d’incontro di tutte le catene miofasciali), renderlo libero e funzionale significa restituire all’intera Postura libertà, funzionalità e benessere!

Torna in alto

Rieducazione posturo-funzionale della lingua

Indirizzata a coloro che soffrono di disturbi della deglutizione, ha lo scopo di riabilitare problemi quali: deglutizione viziata o scorretta, difficoltà per frenulo corto, difficoltà legate a malocclusioni o correnti galvaniche (causate dalla presenza di metalli in bocca).
L’importanza di un adeguato equilibrio dello stato tonico della catena muscolare linguale è tale per cui un problema a questa stessa catena, può estendersi fino ai due alluci ed ai due pollici.

La catena glosso-podalica, quando perturbata, può causare:

  • importanti problematiche al tratto cervicale (zona di compenso per eccellenza)
  • problematiche ai denti (una lingua diseducata è in grado di creare migrazioni dentali)
  • problematiche all’Articolazione Temporo-mandibolare
  • alluce valgo
  • rizoartrosi
  • valgismo delle ginocchia
  • recurvatum delle ginocchia e dei gomiti
  • caduta della volte plantari
  • etc

Non si può quindi agire per migliorare/risolvere una problematica, un dolore senza valutare la corretta funzionalità dei movimenti linguali (espressione di ben 16 muscoli!).

La rieducazione della deglutizione ed il trattamento della catena glosso-podalica sono in grado di apportare straordinari risultati in tutto il corpo favorendo il recupero del benessere senza ostacoli.

Fondamentale è la collaborazione con la figura professionale del Dentista posturo-consapevole al fine di interagire con logiche e strategie mirate al migliore recupero funzionale.

Torna in alto

Rieducazione temporo-mandibolare

Le terapie di rieducazione temporo-mandibolare hanno lo scopo di ridurre e possibilmente annullare le numerose problematiche legate a questa articolazione (deviazioni della mandibola, click articolari, scrosci, instabilità dell’articolazione temporo-mandibolare stessa, latero-deviazioni mandibolari, ridotta apertura della bocca, etc.), per restituire funzionalità alla bocca, garante, insieme al battito cardiaco e al respiro, della nostra sopravvivenza.

Un aspetto importante da considerare è che molti disturbi di questa articolazione, sono legati a problemi di malocclusione, anche per colpa del tipo di alimentazione moderna; infatti, negli ultimi anni, la nostra alimentazione si è interamente modificata: cibi pronti, cotti e precotti, teneri, triturati, pronti per essere ingurgitati velocemente per mancanza di tempo, anziché essere ben masticati.

Masticare adeguatamente cibi di consistenza normale contribuisce a dare orientamento alle trabecole ossee prevenendo i problemi dei denti “storti”.
Fondamentale è la collaborazione con la figura professionale del Dentista posturo-consapevole al fine di interagire con logiche, strategie mirate al miglior recupero funzionale.

Torna in alto